#PANEENUTELLA

Pane Polifemo

Tradizionale pane abruzzese, la cui grande pezzatura gli conferisce il nome del mitologico ciclope.

Taglio Polifemo
Polifemo
Ambientata Polifemo
storia
storia

Storia e territorio

Il pane Polifemo è un pane antico che si è diffuso grazie alla sua capacità, dovuta alla sua grande pezzatura, di riuscire a sfamare anche le famiglie più numerose (parliamo di un periodo storico in cui intorno alla stessa tavola era abitudine avere non meno di dieci persone). È tipico dell’area del teramano, ma ne esistono numerose varianti in tutta la regione abruzzese che condividono la stessa tipologia di impasto ma si differenziano per dimensioni.

Ambientata Polifemo

Impossibile non innamorarsi dei profumi rustici della crosta del pane Polifemo quando incontrano il gusto inconfondibile di Nutella®.

Pane Polifemo e Nutella®

E per una colazione completa, ti consigliamo di provare questo delizioso abbinamento insieme a un caffè liscio, una macedonia di frutta e uno yogurt al naturale con qualche mirtillo.

Come prepararlo

Preparazione 1 Polifemo

1

Taglio

Disponendo il pane orizzontalmente sul piano, tagliare fette non troppo sottili.

Preparazione 2 Polifemo

2

Spalmata

Spalmare Nutella® con delicatezza sulla superficie morbida della fetta per farla aderire sulla mollica.

Aspetto e caratteristiche

Caratteristiche Polifemo
  •  

    Vista

    Il pane Polifemo ha una forma allungata, una crosta dal colore scuro, ben cotta, e una mollica chiara ben alveolata.

  •  

    Tatto

    La crosta è dura, ruvida, mentre la mollica interna è morbida e umida.

  •  

    Curiosità

    Il suo peso, che può raggiungere anche i tre chili, lo porta a prendere il nome del mitologico gigante con un occhio solo.

  •  

    Ingredienti

    È composto da farina di grano duro e lievito naturale diluito in acqua, a cui viene aggiunta altra farina e lievito di birra.

Contenuti realizzati dall’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo.

Se ti piace, condividi su